Correre sul tapis roulant: vantaggi e svantaggi

Molti ci chiedono se correre sul tapis roulant (o treadmill in inglese) possa essere una valida alternativa alla corsa all’esterno, specie nel periodo invernale quando il freddo e il buio scoraggiano le uscite.

In realtà non esiste una risposta generalizzata che vada bene per tutti: dimagrire con il tapis roulant è sicuramente un’ottima opzione mentre per l’allenamento specifico alla corsa sussistono diverse controindicazioni. Quello che possiamo però certamente affermare e’ che, nella maggior parte dei casi, la corsa all’aperto non e’ al 100% sostituibile con il tapis roulant

Per poter capire meglio cosa intendiamo e’ importante indagare i pro e i contro dell’attrezzo, precisando che ci riferiamo ai modelli di tapis roulant motorizzati, in quanto i tapis roulant magnetici sono a nostro parere inadeguati alla pratica costante della corsa.

Partiamo nella nostra analisi evidenziando gli svantaggi del tapis roulant:

1. Correre sul tapis roulant rende la corsa “noiosa”: bisogna ammettere che la corsa all’esterno permette di variare molto di più l’ambiente di allenamento ed il paesaggio contribuendo ad alleviare il tedio e la fatica e ad aiutare quando gli allenamenti sono lunghi;

2. Per la maggior parte delle persone correre sul tapis è più faticoso. Questo perché il movimento del tappeto porta indietro il piede proprio nel momento in cui l’avampiede dovrebbe spingere in avanti il corpo dell’atleta. Ne consegue un movimento che per molti utilizzatori risulta innaturale e difficoltoso, rendendo molto arduo mantenere velocità elevate;

3. Correre su un tapis comporta il doversi allenare al chiuso, di solito in una palestra, dove il clima è, per la maggior parte dell’anno, più caldo rispetto all’esterno. Questo comporta maggiori problemi di dissipazione del calore e quindi determina una minor resistenza agli sforzi prolungati e/o intensi;

4. Poiché manca la spinta in avanti, si lavora di più di quadricipiti e, per evitare il contatto con il nastro, si tende a sollevare maggiormente il piede con conseguente maggior lavoro del tibiale anteriore. Molti soggetti riscontrano un maggiore senso di affaticamento;

5. A causa dell’eccessiva elasticità e ammortizzamento, la corsa prolungata tapis roulant aumenta i rischi di danni o infiammazioni al tendine d’Achille e alle ginocchia, oltre ad un maggior affaticamento muscolare nei soggetti non abituati all’attrezzo;

6. Sul tapis roulant la gestione dell’allenamento è molto più difficile; simulare i vari tipi di allenamento non è facile, a volte impossibile se l’atleta è di livello medio-alto.

7. L’estrema regolarità dell’appoggio non permette di allenare la propriocezione a dovere, mentre le gare podistiche si svolgono all’esterno per cui, in vista di un’eventuale partecipazione, occorrerebbe allenarsi almeno in parte sulla superficie prevista per la manifestazione;

8. Se non siete iscritti ad una palestra ma volete utilizzare il tapis roulant in casa vostra, dovrete prevedere un esborso non indifferente: un tapis roulant di qualità media può costare tranquillamente più di 1000 euro;

A onor del vero, non ci sono solo contro sull’utilizzo del tapis roulant: ci sono vantaggi innegabili che potrebbero renderlo un’ottima scelta, almeno per periodi limitati, anche se generalmente ritengo che i vantaggi non compensino totalmente gli svantaggi.

Analizziamo alcuni vantaggi del tapis roulant:

1. Correre sul tapis permettere di non essere sottoposti a pioggia, vento, neve, oltre al buio. Se posto in ambiente climatizzato rende possibile l’allenamento anche nei periodi più caldi ed afosi. Questo permette di effettuare sedute di allenamento in qualsiasi giorno dell’anno, a qualsiasi ora, in tutta sicurezza: un’ottima opzione per chi utilizza il tapis roulant per dimagrire o per chi segue tabelle di allenamento in funzione di uno specifico evento;

2. I tapis roulant sono generalmente molto ammortizzati, riducendo la severità dell’impatto sulle articolazioni rispetto all’asfalto o al cemento;

3. Una volta trovato il giusto equilibrio, correre sul tapis roulant può risultare più facile grazie alla estrema regolarità dell’appoggio (privo di dossi, pietre, buche etc.) e alla velocità costante;

4. Grazie alla possibilità di impostare precisamente la velocità, è possibile eseguire allenamenti strutturati (con diversi cambi di ritmo) anche per chi ha scarsa sensibilità alla velocità di corsa; i tappeti moderni sono inoltre dotati di programmi pre-impostati che permettono di variare l’allenamento e renderlo meno noioso;

5. La possibilità di variare l’inclinazione permette di simulare la corsa in salita anche per chi abita in zone totalmente pianeggianti, evitando inoltre il traumatismo della discesa;

6. Correndo sul tapis roulant è possibile guardare la TV o ascoltare musica, che per un principiante con scarso allenamento mentale può essere una buona fonte di distrazione dalla fatica;

In conclusione a mio avviso il tapis roulant e’ utile solo se non si sta ricercando la massimizzazione del proprio allenamento e della propria prestazione. Basti pensare che nessun atleta professionista o campione preparerebbe le proprie gare sul tapis, nemmeno parzialmente. Al contrario, può risultare piuttosto utile come strumento per il cardiofitness ai fini del dispendio calorico, quando si intende la corsa come mezzo per il dimagrimento.

82 Comments

  1. fabio 23 ottobre 2013
    • lara 26 ottobre 2013
      • fabio 28 ottobre 2013
  2. maurizio 2 novembre 2013
    • lara 4 novembre 2013
    • admin 4 novembre 2013
  3. fabio 7 novembre 2013
    • lara 9 novembre 2013
  4. Gianluca 12 novembre 2013
    • admin 14 novembre 2013
      • gianluca 14 novembre 2013
  5. gianluca 13 novembre 2013
  6. fabio 14 novembre 2013
    • gianluca 14 novembre 2013
      • fabio 18 novembre 2013
  7. vincenzo 27 novembre 2013
    • lara 30 novembre 2013
  8. fabio 3 dicembre 2013
  9. fabio 16 dicembre 2013
  10. vincenzo 21 dicembre 2013
  11. Nkant 30 dicembre 2013
    • lara 4 gennaio 2014
  12. Alberto 9 gennaio 2014
    • lara 12 gennaio 2014
  13. Sante 22 gennaio 2014
    • lara 26 gennaio 2014
      • Sante 1 febbraio 2014
  14. Lucrezia88 30 gennaio 2014
    • lara 30 gennaio 2014
      • Lucrezia88 4 febbraio 2014
  15. Gio 23 febbraio 2014
  16. AGNESE FLORIS 14 marzo 2014
    • lara 17 marzo 2014
  17. Giovanna 25 marzo 2014
  18. ale 12 maggio 2014
  19. Raffaele 20 giugno 2014
    • lara 23 giugno 2014
  20. Raffaele 20 giugno 2014
  21. andrea 24 agosto 2014
    • lara 26 agosto 2014
  22. Maurizio 23 settembre 2014
    • lara 24 settembre 2014
  23. SALVATORE 3 ottobre 2014
    • lara 4 ottobre 2014
  24. Marco 4 novembre 2014
    • lara 22 novembre 2014
  25. Ugo 26 novembre 2014
    • lara 5 dicembre 2014
  26. Giorgia 8 dicembre 2014
    • lara 27 dicembre 2014
  27. davide 29 dicembre 2014
    • lara 29 dicembre 2014
  28. jessica 30 dicembre 2014
    • lara 5 gennaio 2015
  29. marina 7 gennaio 2015
    • lara 7 gennaio 2015
  30. Marcus 20 aprile 2015
  31. Micione Miao 27 luglio 2015
  32. Barbara 10 agosto 2015
    • lara 10 agosto 2015
  33. Barbara 9 settembre 2015
    • Gianluca 18 settembre 2015
  34. Elisa 8 ottobre 2015
    • Gianluca 17 ottobre 2015
  35. Farmacqua 30 dicembre 2015
  36. Luca 65 3 gennaio 2016
    • Gianluca 5 gennaio 2016
  37. ezio 26 gennaio 2016
    • Gianluca 20 febbraio 2016
  38. luca93 1 aprile 2016
    • lara 5 aprile 2016
      • luca93 6 aprile 2016
  39. evelyn 22 aprile 2016
    • Gianluca 14 maggio 2016
  40. Rossella 30 maggio 2016
    • Gianluca 27 giugno 2016
  41. Diego 8 luglio 2016
    • lara 8 luglio 2016

Rispondi a marina Annulla risposta